Titolo

La TELEPHONE BOOTH BOOKS a Castiglione

Notizie dal Comune

La TELEPHONE BOOTH BOOKS a Castiglione

TELEPHONE BOOTH BOOKS: così sono conosciute in oltremanica.…    A Castiglione si chiama BIBLO-CABINA. Una vecchia cabina telefonica è stata trasformata in una mini biblioteca per bimbi. È un nuovo progetto che oggi è stato realizzato.  Grazie a: Caterina Madeo per avermi dato l’idea; Franco Casciaro che è riuscito a recuperare, pronta per andare in discarica, una vecchia cabina telefonica; Domenico Bongiorno che ha elaborato la grafica dei pannelli che hanno coperto dentro e fuori i vetri; Alla Coperativa sociale “Il Delfino” retta da Renato Caforio per la stampa dei pannelli; Ad Osmar per la collocazione dei pannelli; A Franco Capalbo per la realizzazione delle mensole; A Salvatore Magnelli per la pulizia della Cabina;  Al libraio di Cosenza, figlio dello stimato maestro Michele Zumpano e a Francesco Acri per i libri che lunedì andremo a ritirare.  In questi giorni installeremo l’erogatore per igienizzare mani, un piccolo pannello solare per illuminare dentro e le porte.  Il perché della realizzazione del progetto si trova in queste frasi che sono state scritte sotto ogni pannello: [Un bambino che legge sarà un adulto che pensa] [Leggo per legittima difesa] [Un Paese senza libri è come una stanza senza finestre] [Leggere è l’unica dipendenza che non nuoce ed è la migliore cura dell’anima] [I libri sono l’alimento della giovinezza e la gioia della vecchiaia]. [I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito].  La mia soddisfazione sarà vedere le mamme sedute sulle panchine con affianco il figlio/a mentre leggono una fiabe, un libro dopo aver utilizzato i giuochi.  Buona lettura!  

archivio Notizie dal Comune

NOTIZIE DAL COMUNE

La TELEPHONE BOOTH BOOKS a Castiglione

Notizie dal Comune

La TELEPHONE BOOTH BOOKS a Castiglione

TELEPHONE BOOTH BOOKS: così sono conosciute in oltremanica.…    A Castiglione si chiama BIBLO-CABINA. Una vecchia cabina telefonica è stata trasformata in una mini biblioteca per bimbi. È un nuovo progetto che oggi è stato realizzato.  Grazie a: Caterina Madeo per avermi dato l’idea; Franco Casciaro che è riuscito a recuperare, pronta per andare in discarica, una vecchia cabina telefonica; Domenico Bongiorno che ha elaborato la grafica dei pannelli che hanno coperto dentro e fuori i vetri; Alla Coperativa sociale “Il Delfino” retta da Renato Caforio per la stampa dei pannelli; Ad Osmar per la collocazione dei pannelli; A Franco Capalbo per la realizzazione delle mensole; A Salvatore Magnelli per la pulizia della Cabina;  Al libraio di Cosenza, figlio dello stimato maestro Michele Zumpano e a Francesco Acri per i libri che lunedì andremo a ritirare.  In questi giorni installeremo l’erogatore per igienizzare mani, un piccolo pannello solare per illuminare dentro e le porte.  Il perché della realizzazione del progetto si trova in queste frasi che sono state scritte sotto ogni pannello: [Un bambino che legge sarà un adulto che pensa] [Leggo per legittima difesa] [Un Paese senza libri è come una stanza senza finestre] [Leggere è l’unica dipendenza che non nuoce ed è la migliore cura dell’anima] [I libri sono l’alimento della giovinezza e la gioia della vecchiaia]. [I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito].  La mia soddisfazione sarà vedere le mamme sedute sulle panchine con affianco il figlio/a mentre leggono una fiabe, un libro dopo aver utilizzato i giuochi.  Buona lettura!  

 

torna all'inizio del contenuto